Warning: Invalid argument supplied for foreach() in D:\apache2\goleetemplate\action\template\load.action.php on line 10
- News - Justin Kluivert nel segno di Patrick

Sito ufficiale

HomeNewsX-Factor: Giovani PromesseJustin Kluivert nel segno di Patrick

Filtra

Cerca:

Effettua la ricerca sul testo delle News.

Categoria:
Data:

Justin Kluivert nel segno di Patrick

Il nuovo lancere autore di un hat-trick

Justin Kluivert Patrick Ajax Amsterdam tripletta Eredivisie / 18/01/2018 08:08


Numero 45 dietro la schiena, lo stesso di un altro bad boys Mario Balotelli e un futuro già scritto: Justin Kluivert, classe 1999 ha un avvenire certo sul rettangolo verde.

Non può che essere così perché Justin ha i geni di papà Patrick, attaccante di razza che ha segnato a valanghe ovunque. Ajax, Milan ma soprattutto Barcellona le squadre nelle quali l'olandese è stato l'indiscusso Nove.

Lo scorso anno all’esordio in campionato (15 Gennaio 2017) aveva superato già papà Patrick entrando in campo a 17 anni, 8 mesi e 10 giorni. E solo l'inizio della sua escalation. Esordio in Europa League il 16 Febbraio scorso contro il Legia Varsavia. Primo hurrà tra i grandi il 19 Marzo 2017 contro l'Excelsior, in Eredivisie.

La presenza ingombrante del padre sempre sulle spalle di Justin e un caratterino mica male. "Mi piace quando mi paragonano a lui. Ha avuto una grande carriera e spero di fare altrettanto”. Consapevolezza, intraprendenza e un'incoscienza propria dei suoi 18 anni, Justin non è solo predestinato, è davvero un talento. Guardare per credere.

Hat-Trick in Eredivisie, nemmeno a papà Patrick era riuscito di segnare tre reti in un solo match, e non è una punta centrale Justin.

L'Ajax trionfa sul Roda per 5-1 grazie ai 3 goal di Justin. L'Amsterdam Arena ai piedi del giovanissimo olandese. Velocità di pensiero e di gambe e un destro che fa impallidire: identikit da grande per Justin.

Stop orientato e destro nell'angolino, progressione e conclusione forte e tesa nel sette, colpo da biliardo appena entrato in area: gol di pregevole fatture per un match che certamente non potrà dimenticarsi.

"Una bella giornata. Non ho giocato sempre e non do la colpa all'allenatore, ma oggi ho dimostrato che posso farlo. Dopo la gara ho portato la palla negli spogliatoi per farla firmare ai miei compagni. Mio padre non ha mai segnato una tripletta in Eredivisie? Allora sono il primo Kluivert. Mi piace".

Seguici su Facebook

Classifica